Vero sesso selvaggio per Martina

Oggi compio 19 anni ed è il mio primo giorno di università. Un giorno molto importante per ogni ragazza che, come me , si affaccia alla vita ed al mondo del lavoro. Ma io sono una ragazza che affronta ogni situazione in maniera diretta e sempre con molta passione ed impeto. Mi sono sempre considerata una ragazza avanti ed anche sessualmente sono sempre stata un peperino.
Adoro le situazioni coinvolgenti ed il mio primo rapporto sessuale è stato come lo avevo sempre sognato. Ho fatto sesso a tre con una mia amica e suo cugino ed è stata un’esperienza incredibile.
Avevo da poco compiuto i diciotto anni e avevo iniziato a frequentare una comitiva di amici molto simpatica. Tante amiche come me aperte e solari ed un paio di ragazzi niente male.
Io ho fatto subito amicizia con Cristina, una ragazza bruna che frequentava la mia stessa scuola ma che non avevo mai avuto modo di conoscere bene. Una vera simpaticona e,soprattutto, una tipa molto sveglia che ci sapeva fare con i ragazzi. Noi abbiamo iniziato a fare coppia fissa. Eravamo inseparabili ed ogni occasione era buona per uscire e divertirci.
Nello stesso gruppo di amici c’era poi anche Giovanni, il cugino maggiore di Cristina. Anche lui molto simpatico ed un vero mattacchione. Non perdeva occasione per prendersi gioco di noi con battute e scherzi, alcuni anche di dubbio gusto ed un po’ a doppio senso.

Ma i ragazzi si sa non amano le convenzioni e le abitudini e noi ogni giorno dovevamo inventarci qualcosa di nuovo per divertirci e fare baldoria.

Ma una sera le cose presero una piega inaspettata. Si parlava, dopo una bella bevuta sul muretto del palazzo sotto casa, di chi avesse avuto delle storie e di chi avesse fatto sesso. Una sorta di decamerone tra ragazzi curiosi di iniziare la loro vita sessuale ed in preda a molte pulsioni . I ragazzi,soprattutto, erano molto curiosi di sapere se noi femminucce già avevamo scopato. E noi facevamo di tutto per sembrare delle donne navigate. Io avevo scopato con più di un uomo ed uno,addirittura, era un mio professore. Storie completamente inventate ovviamente dato che ero ancora vergine ed il massimo della mia trasgressione era stato un bacio con la lingua ad un mio compagno. Ma non avevo mai visto un vero cazzo in erezione , se non in un video porno visto di nascosto. Ma a Cristina la storia di me che avevo fatto sesso con un mio professore l’aveva particolarmente incuriosita ed eccitata. Mi aveva preso la mano ed aveva iniziato ad accarezzarmela mentre io raccontavo cosa avevo fatto con la bocca al mio caro professore. Anche suo cugino si era interessato alla mia storia . Ecco che i due cuginetti mi chiedono se voglio salire a casa loro per continuare a bere ancora un po’ con soltanto loro due. Ma avevano uno sguardo molto complice che non avevo mai visto nei loro volti. Ma di loro mi fidavo molto e poi quei racconti avevano eccitato molto anche me.
Ecco che mi sono ritrovato a casa di Cristina con una bella bottiglia di vodka liscia da bere con ghiaccio. Ma quella bottiglia rimase a metà. Io avevo da poco iniziato a berne un sorso quando Cristina mi diede un bacio sul collo. Uno di quei baci che fanno venire i brividi . Non capivo costa facendo ma poi anche suo cugino iniziò a toccarmi dappertutto. I due porcelloni si erano messi in testa di fare sesso con me ed io mi sentivo molto complice. Abbiamo iniziato a spogliarci e siamo rimasti completamente nudi. I nostri corpi erano avvinghiati senza distinzioni di sesso. Una vera orgia a tre con la mia migliore amica e suo cugino. Io mi trovavo al centro e avevo il cazzo di lui all’altezza del mio viso mentre Cristina già mi stava baciando la fica e le dava dolcissimi e impercettibili colpi di lingua. Non ho capito più nulla e mi sono preso il cazzo in bocca. Sentivo prima di vedere il grosso pisello di quel ragazzo che entrava dolcemente sulla mia bocca cercando di farsi strada fino alla mia gola. Una vera goduria. Un ragazzo mi scopava in bocca mentre mia cugina mi leccava la fica. Ero al settimo cielo ed ho cominciato a gemere di piacere. Volevo essere scopata e ,finalmente, lui mi ha deflorata completamente. Ho pianto per il dolore ma anche per la gioia. Ero stata sverginata e lo stavo facendo a tre anche con una ragazza. Una di quelle esperienza erotiche che non capitano tutti i giorni. Ma me la sono goduta fino in fondo. Alla fine ci siamo contese il cazzo con le nostre due bocche .