Mio Cugino più Grande

 

cuginiQuesta è una storia reale, che vi riporto a giudizio di voi lettori…
Saranno passati ormai 8 anni.
Quando ero più piccolo ero molto legato a mio cugino più grande, che chiamerò -A-..
IO e -A- abbiamo 5 anni di differenza, e per un medio periodo di tempo si era trasferito a casa mia, intanto che la sua famiglia stava traslocando.
Una delle tante sere passate in casa guardare la tv, ebbe un risvolto diverso.
IO e -A- dormivamo in camera mia in un letto doppio ormai da 4 giorni, e i miei dormivano nella loro stanza dall’altra parte del lungo corridoio.
Quella sera -A- mi fece una proposta insolita, quella di masturbarci assieme, io rifiutai, molto imbarazzato dalla situazione… ( mi vergognavo a farmi vedere nudo a quei tempi).
La cosa comunque si risolse in una risata, e il clima da teso ritornò subito scherzoso.
Andati a letto decidemmo di guardare un film, prima di dormire.
Non ricordo che film guardammo ad essere sincero.
Finito il film mi girai prono dalla mia parte del letto e mi addormentai subito.
Fui svegliato non so dopo quanto da un senso di soffocamento e un fastidio ai piani bassi.. Era -A- che mi schiacciava la sua mano in faccia tappandomi la bocca e con l altra mi esplorava il culo.
Accortosi che mi aveva svegliato -A- mi sussurrò nell’orecchio: <<stai tranquillo o ti soffoco>>.
Confuso dal dormiveglia e spaventato cercai di capire cosa stava succedendo..
-A- mise non so quante dita nel mio ano, ( fortuna che ebbe almeno la premura di bagnarle) causandomi un dolore notevole. Dopo non so quanto tempo, mi disse:<< Ora sta buono e divertiti, se fai casino non credo che ai tuoi piacerebbe vederti cosi
Detto questo tolse la mano dalle mie mutande, mi abbassò il pigiama e le mutande si mise sopra di me, tirò fuori il suo pisello duro.
IL suo uccello mediamente lungo, ma estremamente largo.. di quelli quasi cilindrici per intenderci.. con una foltissima peluria nera sulle palle e sul pube.
si sputo sul cazzo e me lo appoggio sull’ano.
Piano piano entrò… sentì un dolore tremendo di quelli mai sentiti prima..
inizio a scoparmi.. le lacrime mi scendevano dagli occhio, e i miei mugolii di dolore, si facevano pesanti..
-A- mi disse sempre sottovoce << stai, tranquillo, tra poco passa… andrà tutto bene>>
e intanto affondava il suo uccello dentro di me, godendo..
Lo tolse per un attimo, e un odore di merda si sollevo nell’aria…
Noncurante di questo lo rimise nel mio culo e scopò più forte..
Il dolore divenne piacere, anche se non volevo ammetterlo e il mio uccello iniziò a perdere liquido..
Sentivo le sue palle rimbalzarmi addosso, e il suo respiro sostenuto sul collo… e il mio ano ormai aperto riempirsi di quell’uccello
-A- mi scopò ancora per poco.. poi senti un liquido caldo riempirmi il culo… si tolse… si giro e si addormentò..
Io mi alzai andai in bagno… mi masturbai toccandomi dietro… una volta venuto mi pulii, tornai in camera e mi rimisi a dormire..
-A- mi aprii il culo tutte le notti che seguirono, per tutta la sua permanenza a casa mia.
Ora dopo 8 anni lui è sposato con una figlia.